Luoghi da non perdere ad Alassio

Alassio è costellata da numerosi luoghi degni di una visita. Conoscerli significa godere di punti di vista insoliti e provare nuove forme di viaggio, dove la scoperta si accompagna alla meraviglia.

Puoi decidere di dedicarti al concentrato di armonia e incanto di Villa della Pergola, di perderti nell’atmosfera mistica di chiese e santuari o di contemplare il panorama dalla Cappelletta ai caduti del mare o dal Torrione del borgo Coscia. Non solo, puoi esplorare il Budello e realizzare che, oltre a negozi scintillanti, offre sorprendenti scorci di mare.

In terra alassina hanno vissuto molte personalità di spicco, che hanno contribuito a determinarne l’indiscussa ricchezza culturale e artistica: ammira le opere di Carlo Levi nella sua piccola pinacoteca o quelle di Richard West nella galleria lui dedicata. Puoi anche divertirti a cercare gli autografi dei vip tra le mille ceramiche del celebre Muretto. Trova Hemingway…

Il Muretto di Alassio

A ricordare che Alassio è la città degli innamorati c’è il suo Muretto, con la celebre opera Les amoureux di Raymond Peynet, la statua in bronzo degli Innamorati di Eros Pellini, le Cicogne di acciaio di Mastroianni e la cassetta della posta cui affidare lettere d’amore. Ideato nel 1953 da Mario Berrino, raccoglie oltre 1.000 piastrelle in ceramica autografate da numerose personalità. E continua a crescere…

Vuoi saperne di più?
Il budello

Il Budello, cuore di Alassio

Il Budello di Alassio non è solo la via dello shopping, ma anche un pittoresco carrugio che attraversa la città, parallelo al litorale. Su entrambi i lati dell’antico lastricato si affacciano negozi di ogni genere. Non è tuttavia obbligatorio comprare: troverai piacevole l’arte del gironzolare senza meta, lasciandoti stupire dagli scorci sul mare o dai palazzi eleganti.

Vuoi saperne di più?

Torrione di Borgo Coscia

Capita di vedere lungo la costa ligure torri o bastioni il più delle volte abbandonati o diroccati. Quello del Borgo Coscia di Alassio, costruito nel XVI secolo dai Genovesi, ancora troneggia ben conservato con la sua possente struttura in pietra e mattoni. Lambito dalle onde del mare, grazie alla posizione strategica, teneva i pirati alla larga dal popoloso e florido Borgo Coscia.

Vuoi saperne di più?

Chiesa di Sant’Ambrogio

Facciata rinascimentale, campanile romanico gotico e un caratteristico sagrato in ciottoli bianchi e grigi con soggetti marinareschi sono gli elementi caratterizzanti la Chiesa di Sant’Ambrogio, tanto cara agli alassini. Ti affascina la figura del Patrono della città? Non mancare di esplorare l’interno barocco: la volta centrale è affrescata con scene della vita del Santo.

Vuoi saperne di più?

Pinacoteca Carlo Levi

Tra le vetrine e le luci dei negozi del Budello di Alassio, il secentesco Palazzo Morteo custodisce un piccolo gioiello: la pinacoteca di Carlo Levi con 22 tele dello scrittore e Senatore della Repubblica, che scelse Alassio come residenza estiva e si dedicò a una delle sue più grandi passioni, l’arte pittorica.

Vuoi saperne di più?

Richard West Memorial Gallery

Richard Whateley West era innamorato. Amava la limpida luce del Mediterraneo e cercava di catturarla nei dipinti. La Galleria custodisce 76 opere, straordinaria testimonianza del paesaggio incontaminato della Riviera alla fine dell’Ottocento e della presenza degli inglesi. È anche sede della Biblioteca Inglese per il Fondo Librario Anglosassone.

Vuoi saperne di più?

Chiesa di Santa Croce

La Chiesa di Santa Croce, edificata nel XI secolo dai monaci Benedettini, per secoli andò in rovina tanto da rimanere priva di tetto. Negli anni ‘70 fu restaurata e riaperta al culto. Dai terrazzamenti del parco annesso è possibile godere di una incomparabile vista sulla Baia del Sole, che nelle giornate più limpide spazia fino ai monti della Toscana e della Corsica.

Vuoi saperne di più?
ESPERIENZE Arte e cultura - Giardini Villa della Pergola

Giardini di villa Pergola

Incastonata come un diamante tra le verdeggianti colline alassine, Villa della Pergola domina una vista mozzafiato sul golfo, circondata da un giardino di 22.000 mq, con fontane e laghetti ornati da ninfee. Raro esempio di giardino all’inglese in Italia, presenta 28 varietà di glicini e 350 di agapanti. Non stupisce che gli inglesi alla fine del ‘900 la elessero meta preferita per i loro soggiorni invernali…

Vuoi saperne di più?

La Cappelletta ai caduti del mare

Aggrappata a uno sperone roccioso, la Cappelleta si affaccia pensierosa sul mare ricordandone i caduti. È un luogo affascinante e solitario, che sembra nascondere chissà quali segreti. Benedetta e inaugurata nel 1929, fa la guardia al porto turistico Luca Ferrari. È senza dubbio un buon punto panoramico per apprezzare la bellezza della Baia del Sole.

Vuoi saperne di più?
Madonna della Guardia

Madonna della Guardia

Consacrato alla Stella Maris, guida e protettrice di chi va per mare, il Santuario di Nostra Signora della Guardia si colloca in una posizione panoramica di straordinaria bellezza, sulla vetta più alta del crinale del Monte Tirasso. Circondato dal mare, dalle valli Lerrone e Arroscia e dalle Alpi Marittime, è un luogo perfetto per la meditazione.

Vuoi saperne di più?